CoM – Il Blog di Carlo Becchi Compreresti un Raggio della Morte usato, da quest'uomo?

15mar/076

SIAE: la nostra vocazione è far pagare più soldi possibile

Finalmente un po' di sincerità da parte della SIAE, per fortuna condita con la consueta lungimiranza:

Ma chi compra una canzone per uso privato non vuole trasmetterla per radio, gli basta poterla ascoltare su tutti gli apparecchi che possiede, è il principio di interoperabilità...
«Sono usi differenti, e per ognuno si versa un corrispettivo».

All’interno della Siae opera una task force deputata proprio a effettuare ispezioni e rilevare illeciti [sull'equo compenso]

Se la task force in questione è la stessa che si occupa di monitorare gli illeciti su internet, sappiate che è un omino che pesca in modo del tutto casuale ed arbitrario da Google. Se non lo avete ancora fatto guardate questo video:

Leggete il resto del delirio: potreste non crederci ma le parole del titolo sono state davvero pronunciate dal presidente della SIAE.

[Via Pandemia]

Commenti (6) Trackback (0)
  1. Da gente che (cito l’articolo) dice : “la nostra vocazione è far pagare più soldi possibile, siamo valutando tutti i mezzi per incassare di più” cosa si pretende?

  2. Più passa il tempo più mi accorgo che qualche germe della pazzia si è insidiato in tutte le persone che ottengono un minimo “potere”……….una dichiarazione del genere ( quando il germe era un pò più assopito )avrebbe fatto crollare interi paesi e governi…….oggi però la “massa” viene considerata come una mandria di mucche da comendare a stecchetta e da mungere sino all’osso.
    In italia si è radicato il mito che vuole della pirateria un nemico da sconfiggere con l’arma letale ( e se lo credono loro ) dell’aumento dei prezzi e delle tasse…….io mi chiedo chi è ( o chi sono ) quelle menti MALATE che si sono ingegnate questa ca…ta assurda……

  3. Andrea, “Senza Parole” era il titolo originale del post, l’ho cambiato perché mi sembrava troppo generico, ma il senso resta.

    Danilo, non so che dirti… non cercano neppure più di salvare l’apparenza…

  4. The the very next time Someone said a blog, Hopefully so it doesnt disappoint me just as much as this blog. I mean, Yes, it was my substitute for read, but I actually thought youd have some thing fascinating to say. All I hear is usually a bunch of whining about something you could fix in case you werent too busy in search of attention.


Lascia un commento


Ancora nessun trackback.

Rss Feed Tweeter button Facebook button Youtube button