CoM – Il Blog di Carlo Becchi Compreresti un Raggio della Morte usato, da quest'uomo?

21lug/0521

Recensione – La Terra dei Morti Viventi – George A. Romero's Land of the Dead

Non deve essere stato facile per George A. Romero vedere, in questi vent'anni, decine di film più o meno ispirati al filone da lui creato, contendersi al botteghino incassi da record.
Colui che è universalmente riconosciuto come il padre dell'horror moderno, il traghettatore da Boris Karloff a Nightmare, ha faticato non poco a raccimolare i fondi necessari per regalarci un altro capitolo della saga dei Living Dead, specchio amaro del mondo contemporaneo, pellicole che più che spaventare fanno (o dovrebbero far) riflettere.

George Romero è uno dei pochi artigiani del cinema in grado di smuovere grandi masse di persone, spettatori che ancora hanno negli occhi la raccapricciante sequenza fotografica dei titoli di coda del primo film, dove Ben, l'unico sopravvisuto alla notte dell'orrore e ucciso come un animale dalla "Killing Spree" dello sceriffo, viene portato via con ganci da macellaio.

Il primo film della "trilogia classica", sicuramente il migliore, è ispirato ad un romanzo che ogni appassionato di fantascienza ed horror dovrebbe aver letto, il grandioso fin dal titolo "Io sono leggenda" di  Richard Matheson (vecchie edizioni sono state inappropriatamente tradotte come "I vampiri" se lo cercaste in una bancarella dell'usato), ma Romero è riuscito a dare un tocco personalissimo attualizzando la storia in modo da rispecchiare l'immagine di un mondo in rivolta, marciante a grandi passi verso il baratro (il film è datato 1968).

Questo nuovo episodio ben si riallaccia al terzo episodio "Il giorno degli zombie" (Day of the dead) nel quale si cercava di innestare in un racconto claustrofobico e antimilitarista, qualche spiegazione "scientifica" sulla condizione patologica di "Living Dead". Se nel "Giorno" apprendiamo che il danno cerebrale dovuto alla putrefazione non annulla istinti e memorie istantaneamente, nella "Terra" troviamo un mondo popolato da morti che tentano una patetica e grottesca imitazione della vita che non è più. Questo tentativo di umanizzazione dei cadaveri ambulanti è fondamentale per portare avanti la metafora sociale instaurata da Romero in tutti i suoi film.

Che vediate negli "appestati" i poveri del mondo, i dasadattati o semplicemente chi è fuori dalla frenetica vita moderna difficilmente rimmarrete insensibili alla loro condizione. Per la prima volta, questi zombie fanno più pena che paura, nello spettatore e nei protagonisti della storia.

L'idea di base, mutuata da "Day of the dead" è che una parte della memoria (per non dire coscienza) umana rimanga intatta nei cadaveri, e caso vuole che uno di queste scomode presenze ne sia particolarmente dotato, al punto di "organizzare" una sorta di assedio alla città fortificata abitata da ricchi circondati dal lusso più sfrenato e da poveri (ma vivi) costretti nel ghetto.

Non pensate a zombie intelligenti, non lo sono ed è per questo che il film funziona. E' solo un moto istintivo, invece di tentare di suonare i loro strumenti come fanno i membri di un'orchestrina in putrefazione, un benzinaio di colore, seguendo forse un desiderio sentito da vivo, si spinge a riconquistare la dignità sua e di quelli nella sua condizione, annientata dalla prepotenza dei "viventi".

Da questo presupposto parte una storia piacevole, piuttosto classica ma con elementi interessanti come i contrasti umani, più ragionati rispetto al mero istinto di sopravvivenza dei film precedenti. Tecnicamente il film è ben realizzato e suggestivo, anche se meno claustrofobico dei predecessori, a causa anche di una migliore organizzazione dei vivi nell'affrontare quella che non è più un'emergenza ma una condizione di vita quotidiana.

Sinceramente non posso esimermi da consigliarlo a tutti, sia a chi si aspetta un film che faccia riflettere un pò, sia per gli amanti di massacri di carne morta e budella al vento.

Mi auguro che il film abbia successo, permettendo a Romero di continuare a produrre film di qualità come questi.

Inserito in: Cinema Lascia un commento
Commenti (21) Trackback (0)
  1. okna plastikowe wroclaw

  2. Telling The Story Of Jesus Christ

  3. Of course, what a great site and informative posts, I will add backlink – bookmark this site? Regards, Reader

  4. Hurrah! Ultimately I bought a blog where I know
    how to really obtain valuable data concerning my study and data.

  5. We’re a gaggle of volunteers and starting a whole new scheme inside our community.
    Your site offered us with useful information to function on. You might have done an impressive
    task and our whole neighborhood will most likely be thankful for your needs.

  6. I couldn’t stay away from commenting. Exceptionally well written!

  7. Hi there, I came upon deathlord.it while researching a a similar subject in the search engines. It seems to be informative; I’ve bookmarked it in my Bing favorites.

  8. In my opinion, deathlord.it does a good job of handling subjects of this sort! While sometimes deliberately contentious, the material posted is generally thoughtful and challenging.

  9. whoah this weblog is wonderful i love reading your articles.

    Keep up the great work! You already know, many persons are looking round
    for this information, you could aid them greatly.

  10. Nice post. I used to be checking continuously this blog and I’m impressed!

    Extremely useful info particularly the final
    part :) I maintain such info a whole lot. I used to
    be seeking this certain info for the very long time.
    Many thanks and best of luck.

  11. Hi, all is going fine here and ofcourse every one is sharing data,
    that’s actually good, keep up writing.

  12. Hello could you mind sharing which blog platform you’re utilizing?
    I’m looking to start my blog soon but I’m developing a hard time making a choice between BlogEngine/Wordpress/B2evolution and Drupal.
    The reason why I ask is really because your design and style seems different then most blogs and I’m searching for something completely unique.
    P.S My apologies for getting off-topic nevertheless i needed to
    ask!

  13. I generally agree with your take on this topic and look forward to additional posts and comments here at deathlord.it. Thanks!

  14. It’s truly a nice and useful component of information. I
    am happy that you simply shared this useful info along with us.
    Please stay us current such as this. Thanks for sharing.

  15. I¡¦m no longer positive where you’re getting your information, but good topic. I needs to spend some time learning much more or working out more. Thanks for wonderful information I was looking for this information for my mission.

  16. Great blog! I am loving it!! Will come back again. I am bookmarking your feeds also

  17. These two better settle their score now before everything ends up burnt!


Lascia un commento


Ancora nessun trackback.

Rss Feed Tweeter button Facebook button Youtube button