CoM – Il Blog di Carlo Becchi Compreresti un Raggio della Morte usato, da quest'uomo?

26feb/07120

La pubblicità della Goodyear fa il verso ai fumetti horror anni '50

Leggendo Auto Oggi di questa settimana, ovviamente nella Camera della Meditazione, mi sono imbattuto in questa splendida pubblicità della Goodyear che fa il verso ai fumetti horror americani degli anni '50-'60.
Veramente originale!

Tire_Tales
Goodyear Runonflat "Tire Tales" Clicca sull'immagine per ingrandire
Inserito in: Stampa 120 Commenti
17nov/062

Zio Paperino e il Phishing

Lo schermo del PC di Paperino: Moltiplica i tuoi soldi in un minutoPresenza immancabile in questa casa da oltre trent'anni, Topolino non ha mai perso l'appuntamento con le nuove tecnologie.
In modo rigoroso e corretto i redattori dello storico "giornaletto" hanno portato a Paperopoli e Topolina tutti i nuovi ritrovati che ci accompagnano ogni giorno nel nostro quotidiano: computer, videogiochi, telefoni cellulari ed ovviamente Papernet!
Nell'ultimo numero di Topolino, il 2660 del 21 novembre 2006 nella storia "Zio Paperone e il virus B.B." Paperino si trova a fronteggiare una delle più diffuse frodi informatiche: il phishing.

Come sarà accaduto anche a voi, al momento del controllo della posta, Paperino trova una mail che lo invita a "moltiplicare i suoi soldi in un minuto". La mail sembra provenire dalla finanziaria Paperdollar di Zio Paperone, perciò apparentemente sicura. Paperino non esita ed inserisce i suoi dati compreso il numero di carta di credito e si ritrova, la pagina successiva, col conto svuotato.
Chi si nasconde dietro a questa truffa lo si intuisce dal titolo, inoltre la storia è farcita di termini sbagliati che se individuati (con l'aiuto di un dizionarietto in appendice) permettono la vincita di premi interessanti.
Un motivo in più per leggere questa avventura con molta attenzione.

Paperino inserisce i suoi datiLe informazioni tecnologiche presenti sul settimanale sono affidabili?
Nella mia esperienza di abbonato (orgoglioso di esserlo ; - ) ) non ho mai trovato gli strafalcioni a volte presenti nella stampa per adulti. Le spiegazioni sono impeccabili ed accattivanti.
Un esempio? Dal dizionario dopo la storia:

BROAD BAND [banda larga]: tecnologia che serve a trasmettere tantissimi dati in contemporanea a una supervelocità.

MALWARE: software dannosi come virus, worm e spyware che "contagiano" il vostro computer se scaricate file a tutto spiano senza avere programmi "filtranti" come firewall ed antivirus.

Definizioni come queste, spesso riprese ed approfondite nella rubrica fissa di tecnologia, raggiungono a mio avviso lo scopo che, data l'età dei fruitori principali, altro non può che essere un bel "Papà, ma noi ce l'abbiamo il firewall?"

Inserito in: Stampa 2 Commenti
24giu/051

Svalvolone inutile su articolo di giornale insignificante

Sul Secolo XIX di oggi, quotidiano di Genova e della Liguria, a pagina 23 c'è un articolo sulla pubblicità della Citroen C4. Quella del robot che balla, per intenderci. Se non siete liguri vi chiederete come mai un tale articolo ora, visto che lo spot è in circuito da almeno sei mesi. Sono i tempi fisiologici del nostro giornale, è tutto normale.

Il giornalista, Renato Tortarolo, critico musicale [per fortuna non cinematografico], spiega:

"Il robot, oltretutto, balla. Fa alcuni passi di "dance". Si muove in un'ambientazione urbana. Si respira l'energia dell'hip hop. E' qualcosa di già visto ma inaspettato. In "Terminator 2" l'effetto "morphing" scioglieva in metallo liquido il cyborg venuto per uccidere un ragazzino: e il metallo prendeva di volta in volta la forma di altri protagonisti. In "Robocop", a un poliziotto ferito a morte vengono installate parti merccaniche che lo rendono un avversario invincibile dei criminali.

Lo spot della Citroen C4 riassume un po' tutte queste tracce cinematografiche

(...)

La macchina che avete nel box o sul marciapiede di fronte a casa non dovinterà mai una top model né un coniglio bianco"

EHHHH??? ROBOCOP? TERMINATOR??? Lo spot della C4 sarebbe un riassunto di Robocop e Terminator??? Oh, povero me...

La pubblicità è chiaramente ispirata ai Transformers, fortunatissima serie di giocattoli/cartoni animati nata negli anni ottanta e ancora attiva, tanto che il lancio dello spot è stato praticamente coincidente con l'annuncio di un film live-action ad alto budget ispirato all'eterna lotta tra Autorobot (Autobot) e Distructor (Decepticon).

Transformers!
More than meets the eye
Transformers
Robots in Disguise
Transformers

Autobots wage their Battle
To destroy the evil forces
Of the Decepticons

Inserito in: Stampa 1 commento
Rss Feed Tweeter button Facebook button Youtube button